Zitta zitta Snapchat ha iniziato a prendere piede anche qui da noi in Italia. La gente la usa per scambiarsi immagini “segrete”, che una volta letti si dissolvono. O almeno dovrebbero. Qualche giorno fa infatti sul proprio blog il CEO di Snapchat ha spiegato come funziona esattamente l’app. E qualche utente se l’è un po’ presa, temendo che le proprie pose osé inviate all’amante rischiassero di fare capolino dal nulla e mandare a rotoli il proprio matrimonio.

Spieghiamo l’arcano. Snapchat cancella i messaggi (snap) dai propri server solo dopo che questi sono stati letti o sono passati 30 giorni. I messaggi che l’amante vi ha mandato, se non li avete letti, stanno ancora sui server di Snapchat. Che, per inciso, sono ospitati da App Engine di Google. Nessuno se li guarda, però. Vi verranno recapitati quando vi collegherete e saranno cancellati una volta aperti. A meno che…

A meno che un’autorità giudiziaria non obblighi Snapchat a consentirle l’accesso a quei messaggi non consegnati. Immaginate il caso di una persona indagata per pedopornografia: non sarebbe logico dare un’occhiata ai messaggi che si scambia su Snapchat? Qui però entriamo nel campo della privacy, ma visto il caso della NSA negli Stati Uniti ci sarebbe da chiedersi quanto al sicuro sono questi snap. Da maggio Snapchat ha ricevuto una dozzina di richieste di accesso al database di messaggi non letti, a fronte di 350 milioni di snap scambiati ogni giorno. E giusto l’altro giorno è stato arrestato un pedofilo che aveva rimorchiato la propria vittima tramite Snapchat. I due episodi non sono collegati, ma avrebbero potuto esserlo.

Anche le Storie rimangono sui server di Snapchat fino a che non sono consumate, solo che gli snap aggiunti alle Storie vengono cancellati automaticamente dopo 24 ore in ogni caso.

Poi c’è sempre il discorso dello screenshot: Snapchat non può evitarlo, anche se notifica il mittente quando vi salvate una sua foto. Volete proprio salvare una di quelle foto che si dovrebbero autodistruggere entro massimo dieci secondi? Da qualche giorno è disponibile sull’App Store SnapHack Pro, ed è già fra le dieci top social app in 44 paesi. Che fa? Semplice vi permette di fare il login con il vostro account e vedere le foto ricevute, salvandole senza che il mittente venga notificato. Tiè!

Non è finita. Quanto a privacy quello di salvare le immagini non è l’unico problema di Snapchat. Volete sapere chi sono i migliori amici di Snapchat dei vostri amici? Basta andare nella lista dei vostri amici e cliccare sul loro nome, et voilà ecco i loro BFF.