Il nuovo anno si è aperto con un bel regalo per tutti gli utenti di Snapchat, l’app che è stata forse il maggior successo del 2013, tanto meritarsi un’offerta di tre miliardi di euro da parte di Facebook. Il database di Snapchat è stato bucato da due hacker che per dimostrare la grossa falla di sicurezza del social network hanno pubblicato on line i nomi e i numeri di telefono di 4,6 milioni di utenti.

Gli hacker hanno anche creato un script per consentire agli utenti di Snapchat di controllare se il loro account è stato rivelato, ma sull’autenticità di questo sito The Next Web ha sollevato diversi dubbi.

Volevamo rendere pubblica questa mancanza di sicurezza hanno detto gli hacker a The Verge, ma la cosa ancora più interessante è che gli hacker hanno spiegato di aver usato un exploit divulgato a Natale sul proprio sito da Gibson Security. Insomma, Snapchat è stata bucata perché gli sviluppatori del social network non si sono curati abbastanza della sicurezza dei propri utenti, lasciando passare una settimana prima di chiudere un buco che era oramai noto.

Seguite Silvio Gulizia su Twitter e Google+