Attenzione a smartwatch e smartband. Secondo una ricerca condotta dalla Binghamton University, negli USA, gli orologi intelligenti e i bracciali per il fitness possono rivelare il pin del bancomat.

Il problema è causato dai sensori di movimento integrati, presenti ormai in quasi tutti i dispositivi indossabili. La ricerca ha dimostrato che i sensori potrebbero essere tanto precisi da tracciare i movimenti della mano e capire quindi quali sono stati i numeri digitati sullo schermo del device, permettendo dunque ai cracker di riprodurre la combinazione segreta e accede al bancomat.

Durante i test nell’80% dei casi i ricercatori sono riusciti a riprodurre il pin del bancomat. Per confermare questa tesi i ricercatori dell’Università di Binghamton hanno usato un algoritmo che ha permesso di decifrare le password per i bancomat.

Ciò significa che, potenzialmente, cracker e pirati informatici potrebbero attaccare i dispositivi indossabili tramite virus o malware o intercettare le connessioni Bluetooth nel tentativo di trafugare dati del possessore.

La soluzione per evitare brutte sorprese? Digitare il pin del bancomat assicurandosi di non avere al polso uno smartwatch o un fitness tracker.