Natale 2014 si avvicina, e con il passare degli anni si affermano sempre più i regali hi-tech, per cui è sempre più frequente trovare sotto l’albero smartphone, tablet, smartband e altri indossabili, e di conseguenza anche accessori a questi connessi. Molto interessanti ultimamente, proprio tra i dispositivi wearable, di cui sono parte integrante proprio gli smartwatch o italianizzando, orologi intelligenti.    

Al momento il panorama smartwatch si presenta abbastanza variegato e interessante, con un’offerta molto più ampia rispetto al passato Natale, dato che proprio a fine 2013 questi dispositivi erano pochi e con prezzi abbastanza elevati, non identificando di fatto il regalo ideale. Sono presenti ovviamente, diverse fasce di prezzo, per cui andremo nei suggerimenti con un costo crescente per gli stessi, riportando il prezzo orientativo sui vari negozi online.

LG G WATCH

Al primo posto troviamo LG G Watch, al prezzo di circa 150 euro, uno dei primi smartwatch rilasciati ad avere come OS Android Wear, e ora è il più economico sul mercato. In fatto di design non è molto particolare, ma resta un dispositivo molto interessante, che offre impermeabilità, batteria da due giorni di autonomia e un display di qualità facilmente consultabile. Proprio il display LCD da 1,65 pollici è sì retroilluminato, ma a volte si potrebbero avere difficoltà, non essendo purtroppo dotato di sensore di luce ambientale. Lo smartwatch vanta inoltre funzioni come la visualizzazione di notifiche da smartphone, ricerche vocali, applicazioni Android e monitoraggio dell’attività fisica, ma manca il sensore per il battito cardiaco.

SONY SMARTWATCH 3

Secondo posto per Smartwatch 3 di Sony, con un prezzo che si aggira intorno ai 190 euro, questo è uno dei più recenti dispositivi con Android Wear, e si tratta di un device con un design molto semplice espresso nello schermo quadrato e nel cinturino in silicone intercambiabile, che però garantiscono grande comodità e portabilità. Come gli altri orologi Android, si collega allo smartwatch e riceve di questo le notifiche, supportando inoltre app di terze parti. Smartwatch 3 è inoltre dotato di connettività Wi-Fi, GPS ed NFC.

Con il GPS le applicazioni possono localizzare l’orologio anche senza lo smartphone, nonostante si faccia sentire la mancanza di un sensore per il monitoraggio della frequenza cardiaca, per cui le attività fisiche sono monitorate esclusivamente con l’accelerometro. Importante anche la durata della batteria, che arriva a 3 giorni grazie all’utilizzo di un display a basso consumo energetico che non prevede utilizzo della retroilluminazione per l’utilizzo dello smartwatch in condizioni di normale luminosità durante il giorno.

LG G WATCH R  

G Watch R è il secondo smartwatch di LG con Android Wear, l’unico con questo sistema operativo ad avere uno schermo completamente rotondo, non con un bordo inferiore squadrato come per Moto 360. Costa circa 240 euro, e il suo display circolare da 1,56 pollici è circondato un quadrante sportivo che lo rende il più grande con il suo stesso OS. LG G Watch R può inoltre vantare una buona batteria, che arriva sino a 2 giorni di autonomia, ed oltre ad essere waterproof è dotato di sensore del battito cardiaco nella parte inferiore.

MOTOROLA MOTO 360

Moto 360 di Motorola è lo smartwatch con Android Wear per eccellenza. Il prezzo del dispositivo è di circa 250 euro, e tra le sue principali caratteristiche troviamo la leggerezza e lo schermo dalla forma rotonda del display da 1,56 pollici, dotato di sensore di luminosità ambientale che permette allo schermo di essere più o meno retroilluminato a seconda della luce esterna. Presente inoltre il supporto dell’assistente vocale Google Now, che permette di avere informazioni in tempo reale su avvenimenti come traffico e sport.

Il sensore per il battito cardiaco e i sensori di movimento possono monitorare l’attività fisica in combinazione con Google Fit. Pecca più grossa dello smartwatch è probabilmente la durata della batteria, che arriva complessivamente a una giornata. D’altra parte però Moto 360 si ricarica nel giro di un’ora con un dock di ricarica wireless.

PEBBLE STEEL

Pebble Steel, uno dei primi smartwatch in assoluto, tra i dispositivi che hanno inaugurato il trend degli schermi da polso. La vendita del dispositivo è iniziata nel 2013, per poi continuare con l’integrazione versione in metallo. Il prezzo si aggira intorno ai 280 euro, e vanta caratteristiche importanti, tra cui l’autonomia da 5 a 7 giorni, che lo rende lo smartwatch più resistente senza essere ricaricato, grazie al display a bassa potenza ad inchiostro elettronico. Non c’è touchscreen ma il dispositivo dotato di impermeabilità si controlla con tre tasti laterali.

Ovviamente con Pebble Steel è possibile ricevere le notifiche dallo smartphone, comprese email, telefonate, e tante applicazioni che lo rendono in grado di funzionare perfino da fitness tracker. Inoltre, altra nota di merito, si tratta dell’unico dispositivo a funzionare sia su Android che su iOS.

SAMSUNG GEAR S

Samsung Gear S è probabilmente, aspettando Apple Watch, lo smartwatch più completo in circolazione, nonché il più costoso, con un prezzo che si aggira intorno ai 460 euro. E’ dotato sia di connessione di rete cellulare che di Wi-Fi, e ciò significa che si può andare su internet senza bisogno di uno smartphone per averne accesso. Con Gear S è possibile ricevere ed effettuare chiamate direttamente dall’orologio, oltre all’ovvio funzionamento per la ricezione di notifiche dallo smartphone connesso via Bluetooth.

Il display da 2 pollici garantisce una visibilità nitida e chiara, trovando anche spazio per una piccola tastiera. Il Gear S è inoltre funzionale al monitoraggio delle attività fisiche, grazie al sensore per la frequenza cardiaca situato sulla parte interna dello smartwatch. L’unica pecca dello smartwatch è forse la batteria, che però garantisce circa una giornata intera con una carica.

Seguite Andrea Careddu su Google Plus Twitter