Difficile, ma non impossibile: le ultime indiscrezioni parlano d’uno smartphone prodotto da HP che installerà Android. La società aveva smentito un ritorno nel settore, nonostante l’assorbimento di Palm, ma dal 2010 “gioca” col sistema operativo e Taylor Wimberly scommette su ReadWrite che un dispositivo sia prossimo all’annuncio. Considerando che HP ha appena presentato un portatile su Chrome OS, non sarebbe una notizia così strampalata: il problema è Open webOS, rilanciato in settembre da HP senza un produttore di smartphone.

HP può sembrare un’azienda solida perché distribuisce la maggioranza delle stampanti che appaiono sugli scaffali dei rivenditori, ma la situazione azionaria non è delle migliori. La società ha recentemente unificato il comparto dedicato all’elaborazione digitale delle immagini a quella dei computer e non ha saputo monetizzare l’acquisto di Palm e webOS: sappiamo che oggi le vendite dei dispositivi sono soprattutto orientate al mobile e distribuire uno smartphone sarebbe un’opzione inevitabile sempre ammesso che abbia un mercato.

Intendiamoci, Open webOS è un sistema operativo discreto ed è basato su Linux come Android… però non avrebbe la stessa disponibilità di applicazioni e HP deve guadagnare al più presto per non finire come Dell a valutare una privatizzazione. Confrontandosi sul mercato, l’azienda potrebbe scegliere la soluzione di Google per sopravvivere: gli utenti non se ne lamenterebbero. Apprezzando i prodotti di HP, anch’io guarderei positivamente a uno smartphone (o un tablet) con Android. Tuttavia, significherebbe assecondare un monopolio.

Photo Credit: Ken Hawkins via Photo Pin (CC)