Natale è terminato da qualche giorno ma non è mai tardi per pubblicare una guida rapida su come preparare il proprio nuovo smartphone Android. Dopo la guida rapida alle impostazioni di iPhone di Silvio Gulizia, ecco quindi la guida per il primo avvio di uno smartphone Android.

La prima cosa da fare è sicuramente impostare l’account Google sul proprio dispositivo e qualora non abbiate uno crearne uno nuovo. Questo è un passo fondamentale, tanto che, su alcuni dispositivi con Android 4.0 e superiori, la procedura viene avviata subito dopo l’accensione del dispositivo. Avere settato un account Google è fondamentale per poter accedere al Google Play Store (ex Android Market) e scaricare applicazioni. A più riprese ho suggerito quali secondo me sono le applicazioni indispensabili per uno smartphone Android e giusto ieri ho parlato di quelle che sono secondo me le migliori app del 2012, da tenere a mente.

Fondamentalmente dopo aver impostato l’account Google e installato qualche applicazione, anche tra le più famose, lo smartphone è già pronto all’uso.

Passiamo a un livello successivo e vediamo un po’ di risparmiare un po’ di batteria iniziando a disattivare la connessione dati, abilitata di default su quasi tutti i dispositivi Android. Per disattivarla sarà sufficiente recarsi in impostazioni–>Wireless e Rete–>Altro–> Reti Mobili  e togliamo il check alla voce: Usa a dati a pacchetto.

Un’altra delle operazioni consigliate dopo il primo avvio è quella di selezionare o un simbolo di sblocco o una password, numerica o con caratteri. La sicurezza del proprio dispositivo è importante e un complesso simbolo di sblocco o una password improbabile possono realmente garantirla.

Aspetto centrale di Android sono le notifiche, per mostrare la barra delle notifiche sarà sufficiente scorrere con le dita dal basso verso l’alto a partire della parte superiore del display. La barra di notifiche è differente per ogni produttore, solitamente troviamo gli avvisi delle app, messaggi, appuntamenti insieme ad alcuni toogle come sui dispositivi della serie Galaxy.

La connettività è forse l’ultimo problema, solitamente per accendere il Wifi o la connessione dati è sufficiente attivarli dalla barra di notifiche, o semplicemente in impostazioni–>Wireless e premere su on. Discorso più complesso quando si vuole collegare il dispositivo al PC, per farlo riconoscere a diversi sistemi operativi, Ubuntu compreso. La procedura non è difficilissima, bisogna impostazioni–>Wireless e rete–>Impostazioni USB e successivamente premere il bottone collega.

Ora sapete tutto il necessario, almeno a livello base, del vostro nuovo smartphone Android: dal setup dell’account Google fino alla connessione al PC. Il vostro smartphone è pronto, godetevelo per bene. Per passare a un livello successivo di utilizzo il mio consiglio è: giocate, sperimenta le varie app e funzionalità del vostro terminale.

photo credit: Chris_Samuel via photopin cc