I cellulari non servono più soltanto per telefonare.

Il futuro è nel traffico di dati, quindi nella connettività e nelle capacità di archiviazione ed elaborazione degli input e delle informazioni.

Per tutti questi motivi le aziende cercano modelli con processori evoluti.Le imprese che vogliono fare davvero business devono andare alla ricerca di soluzioni performanti per i dispositivi mobili.

Ogni cellulare evoluto, ogni smartphone che voglia fare breccia tra i consumatori deve avere una capacità inaudita di archiviazione e deve saper processore informazioni in modo rapido ed efficiente.

In più deve essere bello.

Attorno a questi parametri ruota il lavoro di un’azienda cinese, la Meizu che ha accorciato i tempi per il rilascio del primo smartphone quad-core.

Il processore multicore, inserito in un dispositivo mobile, dovrebbe essere pronto già alla fine del 2011.

La casa cinese, lungi dall’impegnarsi nella clonazione di modelli già “fatti” da altri, va alla ricerca di uno smartphone originale.

Il prodotto in questione si chiamerà Meizu MX e tra le caratteristiche tecniche già pubblicizzate c’è appunto il processore quad core.

Si sa anche che sarà un dispositivo touchscreen, con una risoluzione 540 x 960 pixel da 4,3 pollici.

La memoria interna del Meizu MX sarà di 32 GB.

Il prezzo sul mercato sarà contenuto a 570 euro circa ma si accontenterà della versione dual core potrà risparmiare qualcosa e portarsi a casa questo gingillo con circa 460 euro.