Microsoft, nel 2014 aveva lanciato Skype Translator per consentire ai suoi utenti di poter dialogare tra di loro anche in lingua diverse. Nel tempo, questa piattaforma di traduzione si è affinata ed oggi traduce in tempo reale le conversazioni tra utenti Skype in inglese, spagnolo, francese, tedesco, cinese (mandarino), italiano, portoghese (brasiliano), arabo e russo. Adesso, il team che sviluppa Skype Translator fa un ulteriore passo in avanti ed offre agli utenti la possibilità di tradurre in tempo reale anche le chiamate verso i numeri fissi ed i numeri mobile. In questo modo, gli utenti Skype potranno chiamare i loro contatti esteri potendo contare su di un servizio di traduzione automatica. Un bel modo di eliminare le barriere linguistiche.

Per poter utilizzare questa nuova piattaforma di comunicazione è necessario, però, soddisfare tre requisiti: innanzitutto gli utenti devono essere iscritti al programma Windows Insider; è necessario poi disporre dell’ultima versione dell’app Skype Preview; ed infine bisogna possedere un po’ di credito Skype per avviare le telefonate.

Chiamare con il supporto alla traduzione è molto semplice. Gli utenti dovranno semplicemente comporre il numero di telefono, selezionare “Translate” e specificare la lingua. Quando il destinatario delle chiamata risponderà, sentirà un breve messaggio automatico che lo informerà che la conversazione sarà registrata e tradotta. La chiamata continuerà, poi, regolarmente anche se tra un messaggio all’altro ci sarà un breve ritardo a causa della necessità di tradurre quanto detto. Trattasi di una piccola scomodità ma che permette di chiacchierare con chiunque.

La piattaforma di traduzione si basa sul machine learning e dunque in questa prima fase il sistema sta ancora “imparando” a tradurre con precisione. Questo significa che le traduzione sono ad oggi ancora non perfette ma comunque più che affidabili.