L’applicazione di Skype per smartphone dotati di Windows Phone 7 è stata ufficialmente rimossa dallo store. Non solo, oltre a ciò, gli utenti non potranno più utilizzarla sui propri dispositivi, dal momento che Microsoft ha deciso ufficialmente di abbandonarla del tutto. Una strategia, quindi, che focalizza l’attenzione degli sviluppatori su Windows Phone 8 e 8.1.

Se fino allo scorso anno gli smartphone dotati di Windows Phone 7.x erano venduti ad un prezzo estremamente appetibile, adesso la strategia di Microsoft è cambiata e punta ad abbandonare il supporto alle versioni del primo sistema operativo per dispositivi mobile. Adesso, infatti, non sarà più possibile utilizzare la famosa app Skype, che venne acquistata, nel 2011, dalla stessa Microsoft.

L’addio ufficiale a Skype per Windows Phone 7 è dato anche dal fatto che sulla pagina ufficiale di supporto viene comunicato l’abbandono di questa versione. Nelle prossime settimane, inoltre, coloro che hanno l’app già installata non saranno più in grado di effettuare il log in.

A due anni di distanza dall’annuncio che i dispositivi Windows Phone 7 non sarebbero stati più aggiornati, la strategia dell’azienda di Redmond sembra essere quella “obbligare” gli utenti a passare alla versione successiva del sistema operativo e cambiare, quindi, dispositivo. Non solo, i motivi dell’abbandono di Skype su WP7 sembrano essere collegati anche ad un miglioramento della qualità audio e dei servizi generali. Il passaggio a Windows Phone 8.1, quindi, sembra essere obbligato.

photo credit: Thomas Hawk via photopin cc