Dall’acquisizione di Microsoft in poi per Skype sono cambiate molte cose. A dire il vero le cose stavano già cambiando, ma l’evoluzione definitiva dello strumento potrebbe essere connessa alla rivoluzione che Redmond sta tentando con Windows 8.

Uno dei colpi a sorpresa di Steve Ballmer è stata infatti la reincarnazione di Windows Live Messenger. I più giovani non lo ricorderanno, ma una volta i messaggi istantanei ce li si scambiava attraverso WLM che allora si chiamava MSN Messenger. Erano tempi in cui tutti avevano un account hotmail.

Poi il web è cambiato e oggi il modo più usato per scambiarsi messaggi è la chat di Facebook. Secondo pewinternet però solo il 10% degli utenti utilizza per davvero i messaggi, che per altro Faccialibro ha risistemato di recente. Da qualche mese Facebook, di cui per altro Microsoft è azionista, è integrato in Skype. Per la messaggistica però Ballmer ha pensato di rilanciare Messenger.

Windows Live Messenger crebbe fino ai 330 milioni di utenti del 2009. Da allora però la gente cominciò a utilizzare Skype come sistema di messaggistica. Tanto più che permette pure di fare due chiacchiere gratis con gli amici ovunque essi siano. Così oggi Skype ha 280 milioni di utenti e WLN poco più di 100 milioni.

Skype verrà probabilmente integrato in Windows Phone e presto potrebbe esserlo con Windows 8, di cui ora è un’app. In parte già lo è nel nuovo Office. Nel corso del primo trimestre del 2013 diremo quindi addio a Windows Live Messenger, come annunciato dal blog di Skype. Non l’ho mai amato, ma ha segnato un’epoca e gli vanno resi gli onori del caso.

Messenger in realtà è già integrato in Skype 6.0 per Mac e Windows. Basta fare il sign out e poi rifare il sign in con il proprio account hotmail o outlook e Skype ci chiederà se abbiamo anche un account Skype, così da fondere i contatti.