Microsoft introdurrà due nuove funzioni, entrambe legate a SkyDrive, che saranno disponibili al più presto sulla Release To Manufacturing (RTM) di Windows 8.1: il rilascio definitivo dell’aggiornamento è vicino e i feedback ricevuti hanno permesso agli sviluppatori d’”aggiustare” alcuni dettagli che riguardano i componenti principali. La prima novità sono gli Smart Files — ovvero, un’ulteriore evoluzione di quella caratteristica che permetterà a SkyDrive di memorizzare offline soltanto una porzione dei documenti salvati online.

Già in luglio avevo introdotto i placeholder che corrispondono alle anteprime in Windows 8.1 dei contenuti salvati su SkyDrive: la nuova denominazione della feature è, appunto, Smart Files. Qual è la differenza, rispetto alla disponibilità dei precedenti? Nessuna. O, meglio, la novità riguarderebbe Smart Search che istruisce Bing alla ricerca tra i documenti, a prescindere dalla posizione “fisica” dei file. A questo proposito, è la seconda funzionalità di SkyDrive – non ancora erogata a tutti gli utenti – ad assumere importanza.

Sempre grazie all’integrazione con Bing, SkyDrive adotterà la Optical Character Recognition (OCR): Windows 8.1 consentirà d’estrarre i testi dalle fotografie salvate online e recuperate offline con Smart Files. Per esempio, immortalato il menù del proprio ristorante preferito, sarà possibile trovare un piatto col relativo prezzo digitandone gli ingredienti nella barra di ricerca del sistema operativo. Sarebbe molto comodo ed efficace, se non fosse esclusa proprio la lingua italiana… un aspetto che inizia davvero a infastidirmi.