Con un po’ di ritardo rispetto alla versione per iOS e rispetto alla versione Americana, I Simpson Springfield sono finalmente approdati sul Google Play Store Italiano. Il famoso gioco che ha spopolato inizialmente su iPhone e poi approdato su iTunes, riscuotendo un successo enorme è finalmente una realtà anche su Android. Da qualche giorno ci sto giocando e vengo proprio a parlarvene.

Il gioco ha una trama piuttosto carina: a seguito di una esplosione nucleare, causata dalla negligenza di Homer che giocava ad un gioco per iPad, Springfield viene rasa al suolo e tu, assieme a lui e Lisa dovrete ricostruire la città Americana. Il gioco è molto coinvolgente, basterà costruire casa Simpson per cadere in una vera e propria dipendenza. La possibilità di rivoluzionare la città a proprio piacimento, anche scavalcando le logiche del cartone animato, rende tutto più avvincente. Il gioco però non è proprio immediato, per costruire determinate abitazioni o locali è necessario del tempo (reale) con il quale dovremo lottare per poter proseguire. I vari personaggi hanno un proprio livello, si parte dal livello uno. Per poter salire di livello è necessario oltre che compiere le missioni che ci verranno assegnate, raccogliere i vari elementi come i dollari, i punti esperienza e le ciambelle di Homer.

In soli quattro giorni sono riuscito a far crescere bene la mia cittadina, arricchendola di strade e negozi. Il gioco è molto ben fatto, i dettagli sono curati nei minimi particolari. L’app in sé pesa qualche pesa circa 20 MB, ma al primo avvio richiede una connessione ad internet per scaricare le varie parti del gioco che pesano 72.2 MB. Insomma, non proprio un gioco per i dispositivi con poca capienza ma sicuramente un gioco da avere. Se questo gioco non vi affascina, potete provare l’app recensita Sabato scorso: 14px. Mentre se siete giocatori modaioli, buttatevi sul “classico” Ruzzle.

VOTO: