Alle isole Faroe gli abitanti erano stanchi di aspettare che Google decidesse di inviare le sue Google Car per mappare l’isola ed inserirla all’interno del servizio Street View e così hanno deciso di arrangiarsi in proprio. La strada seguita per mappare l’isola è di quelle davvero curiose ma ha comunque centrato pienamente l’obiettivo. Gli abitanti delle isole Faroe hanno, infatti, deciso di utilizzare una delle principali risorse del luogo, le pecore. Gli abitanti delle Faroe hanno, dunque, lanciato Sheep View 360 un sistema di mappatura a 360 gradi che sfrutta una fotocamera a 360 gradi per scattare foto e video.

Il progetto è serio ed ha già portato alla mappatura di ben 5 località. Tutte le foto corredate di coordinate GPS sono state poi caricate sul servizio Street View di Google. Inoltre, gli isolani hanno caricato alcuni video a 360 gradi che permettono agli interessati di visionare alcuni luoghi delle isole con la calma delle pecore.

Per riuscire a mappare il territorio, un abitante dell’isola è riuscito a costruire una speciale cintura che permette di dotare 5 pecore della fotocamera a 360 gradi. Gli ovini non sono lasciati, però, pascolare liberamente ma sono condotti da un pastore esperto.

Da segnalare un dato curioso. Sulle isole Faroe le pecore sono in netta maggioranza rispetto alle persone. Gli abitanti sono infatti circa 49 mila, mentre gli ovini presenti sono più di 80 mila. Il progetto lanciato dagli isolani, oltre a spingere Google a terminare il lavoro di mappatura è stato pensato anche per stimolare il turismo. Proprio per questo è stato lanciato anche un hashtag #wewantgooglestreetview per aiutare la promozione del progetto.

Dal punto di vista geografico, le isole Faroe si trovano nell’Oceano Atlantico tra la Scozia, la Norvegia e l’Islanda.