In automobile durante un lungo viaggio, passano in radio una canzone di qualche anno prima, nessuno ricorderà mai il titolo. La più classica delle situazioni, che si risolve però molto rapidamente, dato che la maggior parte delle persone possiede uno smartphone, e un alto numero di queste utilizza Shazam (oltre 500 milioni di download ad agosto 2014, Ansa), app per smartphone che registrando il suono ne cerca la corrispondenza in un database di oltre 11 milioni di canzoni.

Bene, con Shazam per iOS, grazie all’ultimo aggiornamento l’applicazione non deve nemmeno essere avviata ogni volta che si vuole ricercare un brano, perché il riconoscimento della musica avviene anche in backgound grazie all’opzione Auto. La novità è stata introdotta con la versione 8.3.0, in cui sono stati inoltre migliorati i collegamenti con i servizi di streaming musicale Rdio e Spotify, che sbarcherà presto su PlayStation.

Grazie alla nuova opzione e con questa attiva, Shazam funzionerà automaticamente, andando alla ricerca delle canzoni tra i suoni ricevuti. L’opzione sembra quindi pensata per situazioni quotidiane come la visione di un film; con questo esempio, Shazam avrebbe potuto catturare le colonne sonore del film, archiviandole nella sezione Tag, lista Automatico. Da qui potremo riprodurre un anteprima dei brani riconosciuti ed eventualmente acquistarli, aggiungerli alla sezione Miei Tag, oppure eliminarli. L’opzione Auto in background è segnalata dalla barra delle notifiche rossa, e si disattiva automaticamente dopo 6 ore.