Google ha deciso che alcuni servizi possono essere mandati in pensione mentre per altri si può procedere con una massiccia ristrutturazione. Tutto è stato comunicato sul blog ufficiale.Forse non tutti sanno che le novità che interessano il gigante di Mountain View sono anticipate sul blog ufficiale di Google. Non si crea tutta quell’attesa come quando sta per uscire un nuovo dispositivo Apple. Tutto è molto più open.

In questi giorni Google annuncia di essere pronto per la ristrutturazione di molti servizi visto che alcune iniziative hanno avuto un seguito e devono essere approfondite per non lasciare a bocca asciutta chi le segue. Altri progetti invece possono essere tranquillamente mandati in pensione.

Per esempio Google Friend Connect che serviva a concentrare in un’unica cornice tutti i servizi social presenti nei diversi siti, è stato soppiantato da Google Plus. In giro c’era anche Google Gears che srviva per usare le Google Apps in assenza di connessione. Adesso ci sono servizi più evoluti che sfruttano l’HTML5.

In pensione, l’anno prossimo, ci va anche Google Wave, mentre il progetto Knol sarà migrato su una piattaforma WordPress.

Google Plus, poi, è uno di quei servizi da approfondire. Il social network di Big G sembra avere ottenuto un buon successo, adesso si attende di capire quale sarà la diffusione anche in ambito aziendale.