Che la rete in questi ultimi mesi sia in continuo cambiamento è una dato di fatto, ma che addirittura sia in grave pericolo uno dei fondamenti principali del Web questo è ancora da “vedere”.

Sergey Brin cofondatore di Google rilascia dichiarazioni “pesanti” in una intervista al giornale Guardian che devono far riflettere:

“i principi di libertà e di accesso universale alla rete non sono mai stati tanto a rischio come adesso”.

Secondo Sergey la colpa di tutto questo è da imputare ad alcuni governi, per passare a tutte quelle aziende che alzano muri per difendere i loro profitti nella lotta alla pirateria informatica, ma non solo la colpa è da imputare agli stessi social network e alcune aziende informatiche.

Sergey dichiara che rispetto a qualche anno fa la rete è cambiata in modo drastico, si è chiusa e i principi di apertura e di accesso universale sono in grave pericolo.

La colpa non è solo di alcune forze di polizia che hanno iniziato una lotta senza esclusione di colpi contro alcune forme di condivisione sul Web (legali e non), ma anche a Social network come Facebook, cui non si può avere libero accesso.