Nel tempo del social media marketing, sono tante le parole, e soprattutto le sigle, che popolano il web, e spesso in tanti utilizzano tali parole e/o sigle senza saperne il reale significato, ecco perché prenderle una ad una e spiegarne il significato. La parola di oggi è SEO.

COSA SIGNIFICA E A COSA SERVE

SEO è solo l’ennesima sigla inglese adottata ormai comunemente in italiano, o meglio, nel linguaggio italiano del web, e sta per Search Engine Optimization, letteralmente ottimizzazione per motori di ricerca. Quest’ottimizzazione ha uno scopo tanto semplice da spiegare quanto difficile da raggiungere: posizionare al meglio il proprio sito web sui motori di ricerca, per aumentare di conseguenza la visibilità dei propri contenuti e renderli più efficaci, più facilmente raggiungibili.

COME UTILIZZARLO AL MEGLIO

I modi per la migliore SEO per il proprio sito web sono diversi, e riguardano diversi aspetti del sito stesso. Molti di essi però, girano intorno alle keyword, che devono essere utilizzate in maniera opportuna, per esempio nei titoli delle pagine di un sito, che devono rispecchiare al meglio il loro stesso contenuto, o negli URL delle pagine.

Lo stesso Google, motore di ricerca più utilizzato, ha introdotto il PageRank, un algoritmo che calcola, basandosi su nozioni matematiche, la rilevanza di una pagina. Stando a Wikipedia, Google utilizza circa 200 valori segreti che definiscono la qualità di un sito. Anche le immagini, all’interno di Google, possono passare per il processo di ottimizzazione, attraverso URL che descrivano correttamente il loro contenuto.

Nelle prossime settimane affronteremo altri termini, che potete suggerirci utilizzando Scrivi a Leo.

Seguite Andrea Careddu su Google Plus Twitter

photo credit: Paloma Gómez via photopin cc