I selfie sono la moda del momento. Inutile negarlo. Ecco quindi che non c’è da stupirsi se da qualche giorno c’è in giro addirittura un motore di ricerca per il selfie. Lo ha realizzato il team che sta lavorando con il professore di computer science Lev Manovich al progetto Selfiecity.

In cosa consiste il progetto? È presto detto: grazie a un lavoro condotto in crowdsource Selfiecity punta a categorizzare le foto di selfie per età e genere. Un algoritmo procede poi a classificare le foto in base al riconoscimento facciale.

All’interno di Selfiexploratory, il motore di ricerca montato sopra a Selfiecity, è possibile navigare attraverso 3.200 foto selezionate casualmente, ma attentamente categorizzate. Così che potete filtrarle per vedere solo quelle con gli occhi aperti o chiusi, chi guarda a destra o sinistra, chi guarda verso l’alto o il basso et cetera.

Se anche voi siete degli appassionati del genere vi consiglio la guida ai selfie del nostro Gianpiero Riva. Rigorosamente da accoppiare con almeno una delle migliori app iPhone per i filtri o delle migliori app Android per i filtri, a seconda del vostro smartphone.