Arrivano le prime misure anti-bufala nel News Feed di Facebook, la sezione “Notizie” gestita direttamente dagli utenti. Da adesso chiunque potrà segnalare storie false e provare a frenare la loro diffusione a macchia d’olio, sfruttando l’apposito tasto incluso nello stesso menù dedicato alla gestione dei contenuti offensivi.

Nel dichiarare guerra a bufale, complotti e leggende metropolitane che rimbalzano di bacheca in bacheca, il Re dei Social Network non ha preso però una posizione netta. Facebook non ricontrollerà assolutamente il contenuto delle notizie reputate false e i post marchiati non verranno comunque rimossi. Ci penserà l’ombra del dubbio a mettere in guardia gli iscritti.

Per definire meglio con degli esempi il concetto di bufala (Hoax) il comunicato stampa di Facebook include diverse forme di spam ingannevoli, come i post che invitano a partecipare a concorsi piuttosto improbabili, e tutte quelle finte “notizie ufficiali” pensate solo per generare caos, come i necrologi di personaggi famosi tutt’altro che morti.

Informare, non annoiare. “L’obiettivo della sezione Notizie del proprio profilo Facebook è proporre a ogni utente le cose che accadono ai suoi amici, e trovare notizie interessanti”, si legge sul post di newsroom.fb.com.“Gli utenti spesso condividono le bufale mai poi si ritrovano a rimuovere il post in questione una volta che hanno realizzato di essere stati ingannati”.

Photo credit: commons.wikipedia.org