Il Chromebook di Google non sembra destinato a rivoluzionare il mondo dell’elettronica di consumo, anzi in molti parlano di una partenza in sordina e di un decollo impossibile.Per quanto riguarda il mercato italiano, ci sono soltanto pochissimi distributori online che offrono agli utenti i Chromebook targati Samsung. Si vociferava anche di una possibile diffusione di dispositivi Acer, ma finora le voci non sono state confermate da notizie ufficiali.

Per quel che attiene al Samsung Chromebook, il serie 5, in Italia è commercializzato in due versioni. La prima fa molta attenzione al modulo 3G. La seconda versione, invece, punta tutto sulla connettività WiFi.

Questi prodotti che abbiamo appena descritto sono dotati di processore Intel Atom e hanno un display di tutto rispetto di 12,1 polici. La memoria SSD viene sfruttata sia per l’archiviazione dei dati sia per il funzionamento del sisteam operativo.

In queste ultime due caratteristiche risiede tutta la novità del modello Chromebook che vuole distinguersi dalla massa di notebook e netbook in circolazione. Adesso Google ha deciso anche di rivolgere l’attenzione al sistema cloud.

La nuvola digitale, infatti, sta orientando le scelte produttive di molte aziende. Si pensi soltanto agli sforzi della Apple in questa stessa direzione.