La Samsung in questi giorni è rientrata nel tunnel della guerra di brevetti con la Apple che ha chiamato nuovamente in ballo l’azienda coreana davanti ad un tribunale tedesco.

Se Samsung dovesse soltanto combattere in tribunale contro i concorrenti, non adotterebbe certo una strategia lungimirante. Per questo, mentre i suoi dispositivi si fanno strada tra i fan di Android, l’azienda lavora anche ad un nuovo sistema operativo mobile.

Da un lato dunque l’opposizione storica con la Apple e dall’altro l’intesa fruttuosa con la Intel con cui Samsung sta mettendo a punto un sistema operativo mobile, chiamato Tizen, che andrà a sostituire l’attuale Bada.

Il sistema Bada è usato adesso sui telefoni di fascia medio bassa ma non per questo occorre bloccare l’innovazione del settore. Tizen offre prestazioni migliori ed è ancora sviluppato in modalità open source, tanto da aver avuto anche la sponsorizzazione della Linux Foundation.

Si sa per certo che Tizen, benché nuovo, continuerà a mantenere inalterata la compatibilità con le applicazioni e i software che hanno costruito la fama del progetto Bada.

Tizen, sponsorizzato come abbiamo detto dalla Linux Foundation, punta ad essere l’alternativa sia ai Windows Phone che ad Android con la possibilità di andare a caratterizzare smart Tv ed altri dispositivi.