Se tra i vostri amici o conoscenti risulta esserci un marketing account, trattatelo sempre bene, ma diffidate di lui e non cedete alla tentazione di raccontargli le vostre debolezze: potrebbe rivelarsi più spietato di quanto avreste potuto mai immaginare. Se poi il suddetto amico/conoscente lavora anche in Samsung, bene, auguratevi che non si trasformi mai in un vostro nemico: le sue abilità indiscusse e diabolica genialità potrebbero essere letali!

Su cosa si basano le mie affermazioni? Sulle campagne marketing che negli ultimi mesi l’azienda coreana ha portato avanti per alcuni prodotti per cui la competizione è decisamente alta. Altissima. Campagne virali alle quali è difficile rispondere e che si distinguono per un legame strettissimo all’attualità e una grande originalità. Proviamo a ripercorrerle insieme:

Proprio in queste ore la polemica nata tra i consumatori di tutto il mondo per l’assurda facilità con cui i nuovi iPhone 6 e iPhone 6 Plus si piegano e rompono facilmente (ne abbiamo parlato qui) ha creato un facile assist per Samsung che ha marcato la differenza fra i prodotti Apple e la gamma dei propri nuovi Galaxy. Eccovi un tweet di esempio lanciato dall’account ufficiale di Samsung Mobile.

Qualche giorno fa, invece, il team di Samsung Filippine ha scelto di “cinguettare” un’altro messaggio che ironizzava sulle dimensioni degli schermi dei nuovi melafonini (4,7 e 5,5 pollici): fino a poco tempo fa, infatti, le ridotte diagonali dei display dei vari iPhone avevano rappresentato un vanto per il colosso di Cupertino.

Andando ancora indietro nel tempo, si è voluto anche ironizzare sulla batteria facilmente scaricabile dell’iPhone 5 rispetto al Galaxy S5: guardate qua.

Ma non è solo guerra aperta ad Apple, Samsung sa anche ideare campagne che prendono simpaticamente in giro i consumatori: per lo scorso pesce d’Aprile, il brand aveva annunciato l’arrivo di un guanto super tecnologico con display, il Samsung Fingers, capace di svolgere molteplici funzioni, ma soprattutto di ricaricarsi con energia solare, semplicemente alzando le dita al cielo verso il sole.

Se facciamo un viaggio nel tempo e torniamo al 2013, tra gli spot che più hanno divertito il mondo vi è stato quello del Galaxy 580, in cui una bimba coinvolge un’intera comunità in un ballo scatenato.

Alla fine dello stesso anno, è stata creata la campagna “Galaxy 11″ che ha coinvolto tutti i maggiori stadi del mondo dove, per più di una partita, sono apparsi degli uomini incappucciati che in seguito si sono rivelati alcuni dei migliori talenti calcistici mondiali.