A più riprese negli ultimi mesi abbiamo visto come Samsung sembrasse intenzionata a rilasciare dispositivi consumer dotati di scanner dell’iride, con buone possibilità che la tecnologia possa essere sul prossimo smartphone di fascia alta Galaxy Note 6. Nel frattempo però l’azienda di Seul non ha atteso uno smartphone, ufficializzando un nuovo tablet che presenta proprio tale funzionalità: il suo nome è Galaxy Tab Iris, ed è stato introdotto in India per aziende e governo.

Come riportato dal portale specializzato in informazione su Samsung SamMobile, l’introduzione di Galaxy Tab Iris potrebbe essere per l’azienda una sorta di test, per verificare il funzionamento della tecnologia su un’utenza limitata e poterlo così perfezionare prima del lancio su scala globale. In India il dispositivo ed il relativo scanner dell’iride potranno essere utilizzati sia dalle autorità per l’identificazione delle persone che come strumenti per servizi di pagamento virtuale come le transazioni bancarie, il pagamento delle tasse ed il sistema sanitario.

Passando poi a quelle che sono le caratteristiche tecniche di Galaxy Tab Iris vediamo come lo stesso sia dotato di un display da 7 pollici con risoluzione 1024 x 600, 8 GB di spazio per l’archiviazione interna (espandibile tramite microSD sino a 200 GB) affiancati da 1.5 GB di memoria RAM, processore Quad-Core da 1.2 GHz, sistema operativo Android 5.0 Lollipop, fotocamera esterna da 5 MP con autofocus, e una capiente batteria da 3600 mAh.

Esternamente, come visibile in foto, accanto al modulo della fotocamera, troviamo lo scanner dell’iride per la prima volta pubblicamente reso disponibile da Samsung, certamente un buon segno che porta ad un aumento delle possibilità per la commercializzazione su scala globale, magari proprio con l’introduzione di Galaxy Note 6 che potrebbe essere in programma per la seconda parte del 2016. Non ci resta a questo punto che attendere ulteriori report per saperne di più.