La prossima generazione del Samsung Gear VR potrebbe essere profondamente diversa dall’attuale. Secondo quanto riporta una fonte coreana, Samsung sarebbe al lavoro su di un visore per la realtà virtuale completamente indipendente, cioè che non necessiterà dell’inserimento di uno smartphone per poter funzionare. Tutti gli attuali Gear VR, infatti, utilizzano come “motore” uno smartphone della serie Galaxy S o Note. Il futuro, però, sembra essere molto differente. Questo Gear VR standalone dovrebbe integrare anche un display OLED con una reattività superiore di 1000 volte rispetto a quella di un normale LCD.

La risoluzione garantita sarebbe di circa 2000 dpi e questo significherebbe poter disporre di una qualità delle immagini senza precedenti. Trattasi di valori nettamente superiori anche a quelli dei visori più sofisticati. Se davvero Samsung riuscirà a fare tanto potrebbe essere l’occasione di mettere la parola fine alla nausea ed a tutti i disturbi che i visori provocano sugli utenti.

Samsung non ha voluto confermare l’indiscrezione ma non è la prima volta che si parla di un visore indipendente dagli smartphone. Questi rumors potrebbero, dunque, essere la conferma che la casa coreana sta effettivamente lavorando su di un prodotto così strutturato. Comunque, trattandosi di indiscrezioni vanno sempre prese come tali.

Sicuramente se ne saprà molto di più nel corso dei prossimi mesi.