Stando alle ultime indiscrezioni, Samsung ha stretto una partnership con Oculus VR di Facebook che dovrebbe beneficiare entrambe le società: sappiamo che l’azienda sudcoreana annuncerà i propri occhiali a Berlino, in settembre, durante IFA 2014 e l’esperienza maturata dagli ingegneri di Oculus Rift sarà un elemento in più per il successo di Gear VR. In sostanza, le due effettueranno uno scambio di capitali intellettuali per progredire nello sviluppo dei rispettivi progetti — senza necessariamente competere sullo stesso mercato.

Nel frattempo, SamMobile ha pubblicato le immagini di Gear VR Manager: una app per Android, che permetterà di controllare gli occhiali con lo smartphone. Il progetto ha un livello di maturità molto più avanzata di quanto non s’ipotizzasse, fino a qualche tempo fa. Curioso che Samsung non abbia unito le forze con Oculus VR e portato alla realizzazione d’un progetto unitario, ma l’azienda è solita fornire materiali e componenti a terzi – come nel controverso rapporto con Apple – proponendo una propria versione del prodotto finito.

Una domanda da porsi riguarda l’effettiva esigenza dei consumatori d’acquistare questo genere di dispositivi: Oculus Rift ha attratto subito l’attenzione dei videogiocatori e la società intende produrlo su larga scala. Samsung, dalla propria, ha un ecosistema completo che spazia dagli smartphone ai fitness tracker e nel quale Gear VR s’inserirebbe perfettamente — con tanto di store dedicato. Siamo comunque di fronte a un nuovo tipo di device, che impiegherà del tempo a “ingranare” e del quale il successo non è affatto scontato.

photo credit: Janitors via photopin cc