È il nuovo oggetto del desiderio nel settore degli smartphone, il top di gamma che in tanti aspettavano dopo il grande successo di S7 e S7 Edge: Galaxy S8+. Lo stiamo provando da giorni e finalmente, dopo tanti test, possiamo dire cosa ne pensiamo dell’ultimo nato in casa Samsung. Ecco secondo noi quali sono i suoi pregi, ma anche i suoi principali difetti.

Pregi Samsung Galaxy S8+

  • Estetica: sicuramente il pregio principale del Galaxy S8+ è il design, prendendolo in mano la prima volta si ha l’impressione di avere un telefono del futuro. L’infinity display, con la sua quasi totale assenza di bordi, ridefinisce il design degli smartphone Android e stabilisce un punto di arrivo che verrà sicuramente imitato dalla concorrenza.
  • Fotocamera: la velocità di scatto e messa a fuoco della fotocamera principale è sorprendente. Si riescono a fare foto di ottima qualità sia in situazioni di piena luce che di scarsa illuminazione. Nel nostro S8+ il sensore montato è un Samsung ISOCELL SLSI_S5K2L2_FIMC_IS un’evoluzione di quello montato su S7, dunque un sinonimo di alta qualità che si vede in ogni scatto fatto.
  • Durata della batteria: nelle prove effettuate la capiente batteria da 3.500 mAh ci ha sempre permesso di arrivare fino a sera con un uso intenso di chat, email, navigazione Internet e telefonate. Segno che l’ottimizzazione software del Galaxy S8+ è stata fatta come di deve da Samsung. Inoltre grazie alla ricarica rapida il telefono è pronto in pochi minuti nel caso si fosse rimasti a secco.
  • Riconoscimento dell’iride e del volto: Samsung ha spinto tantissimo sulla biometria, consentendo lo sblocco del terminale anche tramite scansione dell’iride o del volto. In entrambi i casi i sensori funzionano molto bene e sono velocissimi. Un modo molto comodo di accedere in sicurezza al prorio smartphone.
  • Gli accessori inclusi nella confezione sono tanti e di ottima qualità: le cuffie sono AKG in ear anti aggrovigliamento con un set di gommini per adattarsi ai differenti auricolari. Sono inoltre presenti un adattattore OTG per collegare pendrive o tastiere esterne e un adattatore da USB type-C a microsUSB. Completano la dotazione un caricatore a ricarica rapida, una clip per estrarre il carrellino di alloggiamento della nanoSIM e della microSD e la immancabile manualistica.

Difetti Samsung Galaxy S8+

  • Posizione del sensore di impronte: un difetto che si nota subito appena lo si impugna. È scomodo da raggiungere ed è troppo vicino alla fotocamera principale. Il rischio, molto conreto, è quello di sbagliare e tappare sulla lente della fotocamera, andandola a sporcare.
  • Qualità delle chiamate: purtroppo nelle prove effettuate con l’esemplare di S8+ in prova, usando una sim Vodafone, abbiamo riscontrato una scarsa qualità delle chiamate. Gli interlocutori delle nostre telefonate hanno spesso lamentato una voce robotica o che rimbomba. Un difetto che se confermato (potrebbe trattarsi di un difetto del nostro terminale) anche sugli altri modelli sul mercato verrà risolto (si spera) con qualche correzione software da parte di Samsung.
  • Voce che rimbomba nella parte posteriore del telefono: nei test fatti c’è sempre stata un’eco delle nostre chiamate percepibile nella parte posteriore del Galaxy S8+, un difetto che potrebbe anche esporre le nostre chiamate ad orecchie indiscrete.
  • Il prezzo: 829€ sono tanti, certo si tratta di un top di gamma ed è probabilmente il miglior Android sul mercato, ma di certo un prezzo del genere potrebbe costituire un ostacolo a chi voglia acquistare l’ultimo nato di Samsung.