Manca ancora parecchio tempo, ma si inizia già a parlare con insistenza del prossimo top gamma Samsung, che secondo la logica dei nomi sin’ora utilizzata dall’azienda di Seul potrebbe verosimilmente prendere il nome Galaxy S7. In passato si è infatti detto che Samsung avrebbe potuto accorciare il tempo di produzione del proprio nuovo top gamma attraverso una rinnovata strategia di project management, e secondo i più recenti rumors questo potrebbe avere luogo con la produzione di massa di Galaxy S7 che potrebbe partire già a gennaio 2016 e la sua presentazione che in tale ottica sarebbe possibile per fine febbraio dello stesso anno.

Secondo quanto riporta Phone Arena è già presente un grande dubbio a proposito del nuovo flagship Samsung, ovvero il processore che verrà utilizzato in questo. L’azienda potrebbe infatti scegliere di commercializzare Galaxy S7 dotati di SoC Exynos M1 ed altri equipaggiati invece con Qualcomm Snapdragon 820, già secondo alcuni report in fase di test anche in una versione potenziata. Pare però che in tale eventualità, i pezzi dotati di Exynos saranno notevolmente di più rispetto a quelli con Snapdragon.

La novità di oggi riguarda però lo schermo e la fotocamera. Il display di Galaxy S7  potrebbe infatti essere più grande del 5,7 pollici utilizzato su S6, arrivando a misurare 5,8 pollici. Non solo però, perché è spuntata anche l’eventualità di due versioni del nuovo smartphone, una da 5,2 e una da 5,8 pollici sulla scia della doppia misura confermata nel 2015 da Apple con iPhone 6s e iPhone 6s Plus. Per quanto invece riguarda la fotocamera, questa potrebbe essere dotata di un doppio sensore, come HTC One M8 e Huawei Honor 6, dato che Samsung potrebbe aver già cominciato testare la propria tecnologia in tale ottica. A questo punto non ci resta che attendere ulteriori leak o rumor sul nuovo smartphone, già plausibili nelle prossime settimane.