Continuano i rumors sul prossimo top gamma Samsung, Galaxy S7, e non solo perché si fanno sempre più insistenti aumentando la loro periodicità. Solo pochi giorni fa abbiamo avuto modo di vedere alcune prime immagini della sua scocca, che anche se non ufficiali ci hanno permesso di prevedere cosa potrebbe riservarci lo smartphone, tra cui un design molto simile a quello di Galaxy S6 e l’utilizzo della nuova tecnologia USB Tipo-C. Oggi però torniamo a parlare di una tecnologia introdotta da Apple su iPhone 6s, che nuovamente è stata data come presente sul prossimo flagship dell’azienda di Seul: il Force Touch, anche se certamente non prenderà questo nome.

A riportare la notizia, come afferma The Verge, è una delle più autorevoli tra le pubblicazioni statunitensi, il Wall Street Journal, secondo cui appunto il Galaxy S7 presenterà una tecnologia nel display per cui lo stesso sarà sensibile alla pressione esercitata con il touchscreen, che Apple ha portato prima sul nuovo MacBook da 12 pollici e poi a settembre (come già sottolineato in precedenza) sul più recente iPhone 6s e la sua variante 6s Plus. Dal report del WSJ arrivano conferme anche per la variante Edge dello smartphone Samsung, che dovrebbe mantenere lo schermo curvo su entrambi i bordi. Miglioramenti all’orizzonte anche per la fotocamera, che però potrebbe non presentarsi con la sporgenza nella cover posteriore del dispositivo ma essere piatta.

Si torna, infine, a parlare della possibile presenza di uno scanner per l’iride, che anche lo scorso anno era incluso nei rumors e per Galaxy S7 potrebbe essere integrato in alcune sue varianti dato che i modelli dovrebbero essere complessivamente quattro. Non ci resta a questo punto che attendere l’avvicinarsi della presentazione, programmata secondo le voci per il Mobile World Congress 2016 che si terrà a Barcellona a fine febbraio, con lo smartphone poi commercializzato nei mesi seguenti.