Novità importanti in casa Samsung. A poche ore dall’evento Unpacked del 13 agosto, nel quale con ogni probabilità vedremo due smartphone, Galaxy Note 5 e Galaxy S6 Edge Plus, spunta in rete un nuovo report, il quale confermerebbe quello che già è stato affermato nelle settimane precedenti: Samsung starebbe testando il prossimo flagship con processore Qualcomm, segno che dunque l’azienda sudcoreana potrebbe già nel 2016 accantonare i propri processori Exynos utilizzati per Galaxy S6 e con ogni probabilità anche per Note 5.

Questo almeno secondo quanto riportato da Phone Arena, per cui sarebbe stato affermato da fonti interne a Samsung che in test sarebbe attualmente presente una variante di Galaxy S7 equipaggiata proprio con processore Qualcomm Snapdragon 820 al posto di un più economico SoC di proprietà Exynos. Il nome in codice del dispositivo dovrebbe essere Jungfrau, e lo stesso Galaxy S7 potrebbe addirittura essere già pronto per la fine del 2015. Questo in seguito ad un cambiamento apportato da Samsung al processo di produzione dei dispositivi che ora è Agile in sostituzione del vecchio Waterfall, con uno sviluppo più ampiamente frammentato e dunque in grado di consentire un importante risparmio di tempo.

Già pronto per fine 2015 non significa però che già quest anno ne vedremo la commercializzazione, per la quale con ogni probabilità sarà necessario attendere oltre per alcuni mesi, dato che Samsung è solita svelare i dispositivi della serie Galaxy S in occasione del Mobile World Congress, che nel 2016 si terrà a fine febbraio. Lo smartphone dovrebbe ancora essere equipaggiato con OS Android M, e l’azienda potrebbe testarlo sia con processore Exynos che con Snapdragon 820, per poi decidere in seguito quale dei due hardware utilizzare. Non ci resta a questo punto che attendere prossimi report e leak per saperne di più su Galaxy S7.