Galaxy S5 potrebbe davvero essere l’ultimo smartphone prodotto da Samsung a installare Android. È soltanto un’ipotesi, ma la strategia dell’azienda sudcoreana lascia intuire che Tizen (il sistema operativo open source che mantiene in parallelo) possa avere più spazio sui dispositivi di punta: al MWC 2014 di Barcellona non sono stati presentati dei telefoni che, però, dovrebbero arrivare entro la fine del secondo trimestre dell’anno. Quale delle due soluzioni prevarrà? Difficile a dirsi, considerate le abitudini dei consumatori.

Le notizie sono contraddittorie, perché Samsung produrrà anche uno smartwatch con Android Wear — sebbene Galaxy Gear 2 e Neo installino proprio Tizen. Cosa accadrà da qui a un anno non è dato saperlo adesso, ma molto potrebbe dipendere da Android 5.0: se Google imponesse altre linee guida ancora più rigide, la società potrebbe orientarsi sul sistema operativo open source e così aggirare l’ostacolo. Tizen è pronto per un dispositivo di punta come Galaxy S5, oggi? Sì, complice la compatibilità con tutte le applicazioni di Android.

Acquistando Galaxy S5, gli utenti di Android hanno già un’interfaccia diversa da quella dei Nexus. Rendere Tizen più simile alla ROM personalizzata dello smartphone non sarebbe arduo e la UI di Galaxy Gear 2 diventerà popolare nei prossimi mesi. Potendo avere le stesse app, il passaggio di Samsung da Android a Tizen non dovrebbe creare enormi problematiche: l’azienda sudcoreana ha in serbo una svolta per somigliare ad Apple? È una delle tante prospettive che prenderemo in considerazione da qui all’uscita del prossimo Galaxy S6.

photo credit: Janitors via photopin cc