Google, nel fine settimana, s’è lasciata scappare l’immagine della versione di Galaxy S5 con la stock di Android su Play Devices: l’attesa Google Play edition dello smartphone sarà davvero distribuita – probabilmente, soltanto negli Stati Uniti – e potrebbe dare un’idea di cosa sarà Android Silver, quel programma che potrebbe sostituire i Nexus con più dispositivi di fascia alta. L’unico dettaglio trapelato dalla svista riguarda il colore della scocca, che parrebbe proprio essere bianca. È certo un dettaglio poco significativo.

Galaxy S5 è uno smartphone di tutto rispetto, che – come One (M8) di HTC – potrebbe tranquillamente candidarsi a rappresentare il meglio di Android: il problema di Google è la ROM personalizzata dall’azienda sudcoreana, che rallenta il processo d’aggiornamento del sistema operativo e non aderisce appieno alle linee-guida della società. I/O 2014 dovrebbe chiarire ogni dubbio sul futuro dei Nexus, a prescindere dalla presentazione di device da LG, e indicare ai produttori la strada per orientarsi e affrontare il futuro di Android.

È meglio puntare sulla Google Play edition di Galaxy S5 o aspettare che LG produca il Nexus 6, al momento? Non sono troppo convinto che G3 sia la base del nuovo smartphone realizzato per Google, perché i componenti d’alto livello farebbero pensare più a un device di Android Silver. Nexus è una gamma di fascia media, inadatta a ospitare dei dispositivi così pretenziosi: il salto di qualità può aspettare. Se i rumor sono attendibili, il sistema operativo passerà a 64-bit, com’è stato appena qualche mese fa con iPhone 5S di Apple.

photo credit: Janitors via photopin cc