La presentazione di Samsung Galaxy S5 è terminata pochi minuti fa e subito, come promesso, sono riuscito a fare un breve hands-on del dispositivo vista anche la grande affluenza di giornalisti ai vari stand.

Il dispositivo, nonostante il nuovo design si rassomiglia leggermente al “vecchio” Galaxy S4, da cui eredita la forma e parte dell’interfaccia grafica, immutata in alcune parti del menu come la homescreen. Il touch and feel è ottimo, il dispositivo complice anche la nuova parte posteriore col nuovo motivo e nuova policarbonato offre un’ottima sensazione di stabilità. Da subito ci si accorge di essere davanti a un prodotto qualitativamente superiore rispetto ai precedenti: i materiali utilizzati per la realizzazione sono ottimi e finalmente dopo tanti modelli plasticosi, si ha la sensazione di essere davvero davanti a uno smartphone high-end.

Il sistema operativo in questione è Android 4.4.2, con la classica UI TouchWiz con alcuni nuovi elementi grafici rinnovati che nonostante tutto suonano ancora di vecchio e già visto. Finalmente sono state introdotte delle feature di rilevanza, utili all’utente medio e non capaci di occupare inutilmente spazio come su Galaxy S5. A colpirmi maggiormente è stato il nuovo risparmio energetico che promette di fare miracoli. La nuova versione di S Healt, la 3.0, si rassomiglia molto ai software di Fibit e Jawbone e permette di tenere traccia dei nostri movimenti e grazie al nuovo sensore anche dei battiti cardiaci.

Fotocamera. Beh, forse è la novità di maggior rilevanza. Si dice che i megapixel contano poco o nulla eppure i 16 di Galaxy S5 si fanno sentire: il dispositivo scatta davvero delle ottime foto. Grazie a miglioramenti software inoltre è possibile scattare delle foto rapidamente (0.3 secondi) e scegliere, tramite l’apposita feature, di mettere a fuoco il soggetto successivamente come accade con Nokia Refocus.

Parere finale? Promosso. I nuovi materiali, il design leggermente rinnovato e le nuove funzionalità come risparmio energetico, S Healt 3.0 e lo scanner di impronte digitali per i pagamenti e lo sblocco giustificano l’aggiornamento del device. Ottima la fotocamera e il lavoro sulla parte software svolto da Samsung. Mi sarei aspettato qualcosa di più riguardo la UI, che gira e rigira è quella vista negli ultimi anni su i vari Galaxy senza grandi sconvolgimenti.