Sul mercato europeo è sbarcato il Samsung Galaxy Note Edge. Noi di Leonardo.it abbiamo avuto modo di toccarlo con mano nel headquarter milanese. Cosa ne pensiamo? Va premesso un punto importante: il Note Edge era stato pensato per il mercato giapponese e coreano, ma il grande successo ottenuto all’Ifa 2014 ha portato Samsung ad aprire al mercato europeo.

Questa scelta dimostra quanto in Europa (e fortunatamente anche in Italia) la cultura tech sia in forte crescita. Parliamo di uno smartphone innovativo che si inclina lateralmente: questa inclinazione ci regala un secondo schermo e la possibilità di lavorare senza perdere di vista altre funzioni del nostro device.

Ho avuto modo (passatemi il termine…) di smanettarci per qualche ora e il mio parere è semplice: i vistuosi del mondo tech lo devono avere. Si tratta di un oggetto futurista, dai forti connotati originali e unici. Gli early adopter ci andranno a nozze. Però fate attenzione: per Natale sul mercato europeo ce ne saranno solo poche migliaia. Si può parlare senza indugio di limited edition, ma Samsung ha fatto sapere che se l’utenza risponderà nel migliore dei modi (già si parla di grande successo), la vendita proseguirà nei mesi a seguire.

7 INFO UTILI

Qui una lista di 7 info che può tornarvi utile nel caso vogliate farvi questo regalo di Natale:
1) Costa 869 euro, esattamente 100 euro in più del Note 4. E’ uno smartphone che vi permette di lavorare in multitasking estremo. Quindi non lasciatevi spaventare dal prezzo, ma pensate attentamente al tempo che può farvi risparmiare (il tempo è denaro…) e alle innumerevoli mansioni che potete svolgere con un device dalle dimensioni non eccessive (Misure 151.3 x 82.4 x 8.3 mm – Peso 174 grammi – Display 5.6 – Risoluzione 1440 x 2560 pixel).

2) Sul Note Edge la S Pen diventa un vero e proprio mouse. Su un device del genere è quasi impossibile non usarla quotidianamente.

3) I pannelli Edge sono intercambiabili e scaricabili a seconda delle vostre esigenze. Per quanto mi riguarda trovo utilissimo il pannello dedicato a Twitter, con tutte le tendenze del momento. Basta un touch per leggere i tweet dedicati (in arrivo anche quello dedicato a Facebook).

4) Il microfono per la registrazione ha la modalità “riunione”. Registra tutte le voci e permette di riascoltarle escludendo quelle che non interessano. Andate in un negozio e provate questa funzione. Ne vale la pena.

5) Lo schermo inclinato è il top dell’usabilità: con il pollice potete scorrere i pannelli scelti e avere sotto controllo app, rubrica, mail e molto altro.

6) Potete girare video in 4k (2160p – 30 fps). La definizione del filmato fa concorrenza a una handycam. Garantito. Videocamera frontale di altissimo livello (Full HD, 30fps)

7) Le foto sono perfette (fotocamera 16 Megapixel – Risoluzione 4608 x 3456 pixel). E l’autofocus non vi fa sbagliare un colpo. Ottima anche la fotocamera frontale per le selfie (3.7 Mp).

Per quanto ci riguarda un oggetto molto utile, ma allo stesso tempo di tendenza. Il fatto che sia stato creato per il mercato nippocoreano è la prova della sua qualità. Ripeto: se potete andate a toccarlo con mano. Ne vale la pena.