Samsung Galaxy Note 9 è finalmente ufficiale. Dopo mesi di speculazioni, il nuovo phablet Android coreano che punta ad esaltare ancora di più la produttività mobile è stato finalmente annunciato. Un prodotto completo in grado, secondo Samsung, di offrire tutto quello di cui le persone hanno bisogno.

Samsung Galaxy Note 9, design e specifiche

Dal punto di vista del design, il novo phablet non si discosta molto da quello del “vecchio” Galaxy Note 8 (misure: 161.9 x 76.4 x 8.8mm, 201g). Il Samsung Galaxy Note 9, dunque, deve essere visto più come un’evoluzione che una rivoluzione.

La scheda tecnica è di altissimo livello e conferma tutte le indiscrezioni giunte in questi mesi. Baricentro del nuovo phablet Android il nuovo display Super AMOLED da 6.4 pollici con risoluzione Quad HD+ (2960×1440 pixel e 516ppi). Anche in questo modello i bordi sono leggermente curvi come nel Note 8. Samsung, inoltre, non integrato nessun notch. Le massime prestazioni sono garantite dalla presenza della CPU Exynos 9810 (GPU ARM Mali G72 MP18) a cui sono abbinati 6GB di RAM LPDDR4 e 128 GB di memoria interna o 8GB di RAM LPDDR4 e 512 GB di memoria interna. In entrambe le varianti è garantito il supporto alle microSD sino a 512GB.

Particolarmente evoluto anche il comparto fotografico. Il nuovo phablet di casa Samsung dispone di una doppia fotocamera posteriore stabilizzata otticamente. Il Samsung Galaxy Note 9 integra un obiettivo con doppia apertura focale variabile (f/1.5 e f/2.4) che presenta una sensibilità superiore per scattare foto di qualità in ogni condizione di luce e per realizzare video in super slow-motion. Fotocamera posteriore che dispone di un sensore Super Speed Dual Pixel da 12MP. Presente anche un secondo sensore posteriore da 12MP (f/2.4) con funzione di zoom 2x. Frontalmente, invece, è presente un sensore da 8MP con autofocus (f/1.7). Il phablet permette anche di registrare video fino alla risoluzione di 4K a 60fps.

Per migliorare ulteriormente la qualità degli scatti, Samsung ha deciso di implementare alcune funzionalità smart. Per esempio, grazie all’intelligenza artificiale, il Note 9 è in grado di scegliere automaticamente le migliori condizioni di scatto in base a quello che le persone staranno inquadrando. Se la foto viene male, il phablet avviserà subito gli utenti di provare a scattare nuovamente la foto.

Non mancano poi tutti quei sensori e supporti oggi immancabili per un top di gamma: Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac (2.4/5GHz), Bluetooth 5.0, ANT+, USB Type-C, NFC, GPS, Galileo, Glonass, BeiDou, sensore per le impronte, NFC, sensore per il battito cardiaco e sensore per lo scanner dell’iride.

Lo sblocco del terminale può avvenire, dunque, sia tramite impronta digitale che attraverso il riconoscimento facciale e lo scanner dell’iride. Opzionalmente è possibile combinare il riconoscimento facciale e lo scanner dell’iride per migliorare la precisione e l’affidabilità dello sblocco biometrico. Ovviamente, presente anche la certificazione IP68.

Uno dei punto deboli del Note 8 era l’autonomia. Grazie alla batteria da 4000 mAh con ricarica rapida (anche wireless) questo problema nel Note 9 è stato superato. A rimarcare la natura di prodotto business del Samsung Galaxy Note 9 la compatibilità con DeX. Collegando il phablet ad un display esterno è possibile trasformalo in un mini PC in grado di offrire un ambiente desktop in cui lavorare o visualizzare contenuti multimediali.

Ma la vera novità del Samsung Galaxy Note 9 è il nuovo pennino S-Pen completamente rivisto per essere maggiormente produttivo grazie al supporto Bluetooth. Con un solo clic, è ora possibile scattare selfie e foto di gruppo, presentare diapositive, mettere in pausa e riprodurre video e altro ancora. Gli sviluppatori possono persino integrare le nuove funzionalità avanzate di S-Pen nelle loro app.

Dal punto di vista software, il Samsung Galaxy Note 9 dispone di Android Oreo 8.1 con la solita interfaccia personalizzata della casa coreana. Presenti Samsung Pay, l’assistente Bixby, una suite per la gestione avanzata del pennino e tanto altro ancora.

Samsung Galaxy Note 9, disponibilità e prezzo

Il nuovo Samsung Galaxy Note 9 sarà disponibile in Italia dal 24 agosto, nelle versioni da 128GB (prezzo al pubblico 1.029 euro) e 512GB (prezzo al pubblico 1.279 euro), nelle colorazioni Ocean Blue, Midnight Black e Lavender Purple. Sarà però possibile preordinare il nuovo smartphone Samsung da oggi al 23 agosto, accedendo in questo modo alla campagna internazionale di trade-in Samsung, che valuterà fino a 600 euro il vecchio smartphone dei consumatori. Solo per l’Italia, inoltre, sarà possibile acquistare il Galaxy Note 9 con la formula Samsung Smart Rent sul sito samsung.com in aggiunta al programma di trade-in: con Samsung Smart Rent, i consumatori potranno ottenere il nuovo flaghship con un anticipo di 99 euro e 24 rate da 44,90 euro (per la versione da 512 GB) e 35,90 euro (per la versione da 128 GB) con copertura contro danni e furto inclusa.