Samsung ha da tempo confermato che il Galaxy Note 8 si farà nonostante il disastro del Galaxy Note 7. Un prodotto su cui la casa coreana sta già lavorando e su cui si concentrerà molto presto molto di più visto l’imminente lancio del Galaxy S8. Nonostante sia proprio il Galaxy S8 il protagonista delle indiscrezioni degli ultimi giorni, il Galaxy Note 8 incomincia a fare parlare concretamente di se. Secondo alcuni rumors, il nome in codice del Galaxy Note 8 di Samsung sarebbe Baikal, il famoso lago della Siberia.

Una scelta curiosa forse dettata dal fatto di voler esorcizzare i problemi di surriscaldamento del Galaxy Note 7 con un nome che ricordasse le temperature glaciali. Di questo modello, inoltre, iniziano ad emergere anche alcune informazioni sulle possibili specifiche tecniche ma mancando ancora molto alla sua presentazione prevista per il periodo estivo, sono da considerarsi non troppo precise. Si sussurra, infatti, che il Galaxy Note 8 potrebbe disporre di un display Super Amoled con risoluzione 4K con un design borderless e con diagonale superiore ai 6 pollici dual edge. Sicuramente, una parte dell’hardware sarà in comune con il Galaxy S8. Probabile, dunque, che il processore sia il nuovo Exynos 8895 alternato allo Snapdragon 835 nel mercato americano.

Molto simile sarà anche il comparto multimediale e sarà presente anche l’assistente digitale Bixby. Probabile, anche, la scelta di adottare i 6GB di RAM con uno spazio per lo storage minimo di 64GB ovviamente ampliabile con le memorie microSD. Non mancherà, nemmeno, il tanto apprezzato pennino S-Pen. Sicuramente nel corso dei prossimi mesi arriveranno notizie ben più precise.