Poco più di un mese fa, in occasione del Mobile World Congress 2016, Samsung ha lanciato i nuovi top gamma Galaxy S7 e Galaxy S7 Edge, con cui ha riportato sui propri dispositivi la caratteristica della resistenza all’acqua con certificazione IP68, dopo che la stessa era stata introdotta per la prima volta su Galaxy S5 e poi rimossa su Galaxy S6. All’orizzonte in questo momento c’è però un altro smartphone (più che altro è un phablet viste le dimensioni dei precedenti) di fascia alta, e questo dovrebbe prendere il nome di Galaxy Note 6. Il dispositivo dovrebbe essere presentato come lo scorso anno è stato per Note 5 in estate, magari ancora insieme ad una variante aggiuntiva di Galaxy S7.

Per coloro che si sono chiesti se Samsung possa essere o meno intenzionata a portare avanti il trend dei telefoni resistenti ad acqua e polvere ci sono in questo senso – per Galaxy Note 6 – buone notizie. Stando a quanto riportato nelle ultime ore da Phone Arena, Note 6 potrebbe essere dotato della stessa certificazione IP68 e dunque essere impermeabile esattamente come Galaxy S7. Attenzione però perché le novità non sono finite qui, perché secondo il medesimo report Samsung starebbe progettando per lo smartphone l’integrazione di un’altra tecnologia estremamente interessante, ovvero uno scanner dell’iride. Questo darebbe agli utenti una modalità in più per garantire la protezione del proprio dispositivo, visto che l’iride potrebbe essere utilizzata per sbloccare il telefono stesso e altre feature di sicurezza.

Certamente siamo ancora molto lontani dall’uscita di Galaxy Note 6, che potrebbe essere presentato a fine luglio da Samsung, e dunque ci sono molti dubbi sulla possibilità che il dispositivo sia dotato di scanner dell’iride, ma mancando così tanto tempo ogni leak e dettaglio è buono per costruire gradualmente un identikit dello smartphone che andremo poi a vedere in commercio.