Samsung Galaxy Book da 10,6 e 12 pollici stanno finalmente per arrivare sul mercato e saranno acquistabili già a partire da questa settimana, anche in Italia. Presentati allo scorso Mobile World Congress 2017 di Barcellona, i nuovi 2-in-1 di casa Samsung girano su sistema Windows 10 e presentano caratteristiche tecniche che li rendono davvero prestanti.

Noi di Leonardo.it abbiamo avuto modo di vederli più da vicino, e di provarli, grazie all’ospitalità del Samsung District di Milano e della cortese disponibilità di Paolo Castellini (Product Manager Samsung Italia), che ci ha illustrato tutte le caratteristiche tecniche dei nuovi Samsung Galaxy Book e ha risposto ad alcune domande.

Samsung Galaxy Book: caratteristiche tecniche

Per quanto riguarda il Galaxy Book da 12 pollici, questo sarà disponibile in una versione dal prezzo di 1.499 euro con 8 Giga di RAM e fino a 256 GB di memoria interna espandibile con microSD e in una versione da 1.299 euro, che avrà invece 4 GB di RAM e memoria interna da 128 GB espandibile con microSD. La versione Galaxy Book da 10,6 pollici ha invece un prezzo di 879 euro, con 4 GB di RAM e 64 GB di memoria. La versione da 10,6 è dotata di LTE mentre le due versioni da 12 pollici hanno il Wi-Fi.

All’interno della confezione, oltre al corpo macchina, gli utenti troveranno anche la tastiera e il pennino (oltre al caricabatteria, di lunghezza e peso perfetti per chi si muove in mobilità e ha necessità di un oggetto poco ingombrante).

A proposito della tastiera, Paolo Castellini chiarisce che la tastiera è solo di colore nero e che il colore bianco è stato riservato ad altri mercati (non quello italiano ed europeo, ad esempio). Sempre parlando della tastiera, la stessa è stata nettamente migliorata, presentando tasti ben distanziati e una giusta ampiezza che rendono molto piacevole l’utilizzo e la scrittura. Migliorato anche il trackpad, adesso sensibilmente più efficace. La versione per Galaxy Book 12 pollici è retroilluminata. La tastiera svolge anche una funzione di cover perché copre il dispositivo e può essere utilizzata per posizionarlo in tre diverse inclinazioni in caso di versione da 12 pollici o in due inclinazioni in caso di versione da 10,6 pollici.

La S Pen permette di beneficiare della massima precisione, grazie agli oltre 4.000 punti di pressione, non ha bisogno di essere ricaricata, è molto comoda e la sensazione che si ha scrivendo con essa è la medesima che si otterrebbe scrivendo con una penna tradizionale. All’interno della confezione è inoltre presente una linguetta da posizionare sotto la cover e che consente di inserire la S Pen, in modo da trasportarla assieme al Samsung Galaxy Book, se lo si desidera. Castellini ci spiega che questa scelta è stata fatta per consentire all’utente di decidere come trasportare il pennino.

Per quanto riguarda i processori dei nuovi Samsung Galaxy Book, nella versione da 12 pollici abbiamo un Core i5 Intel di settima generazione mentre nella versione 10,6 pollici abbiamo un processore Core m3 di settima generazione.

Il display, che in questi dispositivi svolge un ruolo fondamentale, è un Super AMOLED da 12 pollici per la relativa versione (che consente anche un risparmio di batteria) e un TFT per la versione da 10,6 pollici. Entrambe le versioni presentano poi una fotocamera frontale da 5 MXP e la versione da 12 pollici ne ha anche una posteriore da 13 MXP.

Il connettore per la ricarica permette la ricarica rapida (in circa tre ore) e ha le medesime dimensioni di un caricabatteria per smartphone (per agevolare coloro che amano trasportare ovunque il proprio Samsung Galaxy Book).

Per quanto riguarda le personalizzazioni lato software di Samsung su Windows 10, Castellini spiega: “Samsung ha portato alcune caratteristiche molto interessanti che sfruttano molto bene le qualità del pennino. Abbiamo preso tutto quello che avevamo fatto con Note e Tab S3 e l’abbiamo portato sul mondo Windows. Cliccando sul tastino di S Pen, dunque, posso accedere ad un’interfaccia molto semplice ed intuitiva e scegliere, ad esempio, come creare una nuova nota o aprirne una già presente oppure posso fare una selezione intelligente dello schermo (posso fare un rettangolo, un triangolo oppure una gif animata…), posso scrivere dei commenti, posso modificare o condividere e così via… Si tratta di caratteristiche estremamente utili sia in ambito lavorativo sia in ambito di studio“. Sempre a proposito di implementazioni Samsung su Windows 10: “Abbiamo aggiunto anche Samsung Flow, che quindi è preinstallato, e grazie ad esso posso far dialogare due sistemi operativi completamente differenti (ad esempio Android e Windows). Posso anche utilizzare l’impronta digitale salvata su smartphone per sbloccare il mio Samsung Galaxy Book, aggiungendo così un maggior livello di sicurezza“.

Il pacchetto Office non è incluso ma è in prova gratuita per un mese, al termine del quale è possibile acquistarne la licenza. Samsung Galaxy Book è inoltre del tutto compatibile con qualsiasi altro tipo di dispositivo.