In passato erano più volte emerse indiscrezioni sul fatto che Samsung stesse lavorando ad un visore per la realtà virtuale standalone cioè che non dovesse dipendere da uno smartphone come oggi. Al Mobile World Congress di Shanghai è spuntato un prototipo di questo innovativo visore. Battezzato come ExynosVR III, le foto condivise in rete mostrano chiaramente alcuni dettagli di questo prodotto tra cui la sua parziale scheda tecnica. Se il design appare ancora goffo ed ingombrante, è pur sempre un prototipo, le sue specifiche sono davvero molto interessanti.

Cuore pulsante di questo visore un processore Exynos con processo produttivo a 10nm LPE FinFet. Si tratterebbe, dunque, di una CPU fatta in casa caratterizzata dal sofisticato processo produttivo a 10nm necessario per migliorare le prestazioni e soprattutto limitare i consumi visto che il visore non sarà collegato a nessuna fonte energetica durante l’utilizzo. Il nuovo processore della casa coreana è strutturato come una CPU esa-core ed è abbinato ad una GPU ARM Mali G71 MP20 che consente di gestire il doppio display del visore VR che offre una risoluzione WQHD+ a 90fps.

Il prototipo, dunque, apre interessanti scenari per la casa coreana anche se al momento non si conoscono ulteriori piani tra cui una possibile data di commercializzazione.