Importanti novità per gli utenti di smartphone o tablet Samsung. Quante volte vi sarà capitato di essere in piena navigazione internet e vedere il caricamento delle pagine rallentato o interrotto per la comparsa di annunci pubblicitari o comunque contenuti non graditi? Bene, questo da oggi potrebbe verosimilmente essere un problema risolto da parte dell’azienda, che per i propri dispositivi Android ha aggiornato il browser di fabbrica, consentendo agli utenti di installare applicazioni di supporto per il blocco della pubblicità sui siti web visitati, in maniera simile a quanto accade con Safari dall’aggiornamento ad iOS 9.

A riportare la notizia è The Verge, che però sottolinea anche come nonostante inizialmente fosse forte il riscontro sull’introduzione del blocco pubblicitario su iOS 9, in seguito le app che bloccano gli annunci sono calate nelle classifiche di App Store. Tornando a Samsung, l’aggiornamento per il browser pre-installato sui propri smartphone e tablet sarà disponibile con sistema operativo Android Lollipop o versione successiva. La prima applicazione per limitare la visualizzazione di pubblicità e contenuti indesiderati per Internet di Samsung è AdBlock Fast, disponibile tra l’altro anche su iOS e per Chrome e Opera su desktop. Secondo quanto appreso, l’utilizzo di tale supporto consente di velocizzare la navigazione internet su Android del 50 percento, quindi con un caricamento delle pagine praticamente al doppio della velocità.

Difficile prevedere quanti saranno gli utenti che faranno uso delle applicazioni di blocco pubblicitario ora che è possibile utilizzarle sugli smartphone Samsung, soprattutto perché in questo caso sarebbe necessario utilizzare il browser predefinito anziché Chrome, che essendo molto popolare su desktop viene automaticamente scelto anche su mobile spesso e volentieri. Se infatti un utente è a conoscenza degli advertising blockers, ovvero i software di limitazione per gli annunci, è molto probabile che questo utilizzi Chrome piuttosto che Internet sul proprio dispositivo mobile Samsung, ma chissà che tale scenario ora non sia destinato a cambiare.