Samsung ha annunciato Galaxy Xcover 3, tipo di smartphone che viene definito “rugged” (trad. duro, forte) perché resistente all’acqua, al fango, alla polvere e agli urti. Si tratta dell’evoluzione del modello precedente Xcover 2. Per chi non lo conoscesse, si tratta di una sorta di smartphone “indistruttibile” e super resistente, adatto per chi utilizza il cellulare mentre svolge lavori in cui il device rischia spesso di cadere o andare a contatto con acqua e polvere. Rispetto alla versione precedente, il Galaxy Xcover 2, sono state apportate diverse migliorie, in primis per quel che riguarda la dotazione tecnica.

Xcover 3 ha ottenuto due certificazioni importanti: IP67, il che significa che il device resite a polvere e sott’acqua per 30 minuti alla profondità di un metro e la certificazione MIL-STD 810 G, relativa alla capacità del dispositivo di resistere ad una caduta da 1,2 metri. I tasti principali sono fisici, permettendo dunque all’utente di usare le funzioni primarie anche indossando dei guanti da lavoro.

Di tutto rispetto la dotazione tecnica: schermo da 4,5 pollici con risoluzione 800×480 pixel, processore quad core a 1,2 GHz, 1,5 GB di RAM, 8 GB di memoria interna espandibile con microSD, fotocamera posteriore da 5 megapixel e anteriore da 2 megapixel, batteria da 2.200 mAh, connettività LTE, Wi-Fi, Bluetooth, NFC e GPS. Interessante anche la presenza di una bussola e di un altimetro, l’ideale per gli escursionisti. Galaxy Xcover 3 sarà lanciato con il sistema operativo Android 4.4 KitKat, anche se Samsung ha già assicurato che lo smartphone sarà aggiornato prossimamente a Lollipop. Xcover 3 sarà presentato al CeBIT di Hannover e raggiungerà gli scaffali dei negozi ad aprile.