Samsung rilascerà l’aggiornamento ad Android L su Galaxy S5 e Note 4 – gli attuali concorrenti di iPhone 6 e iPhone 6 Plus – entro dicembre: Google non ha ancora pubblicato la versione definitiva del sistema operativo, che s’appresta a competere con iOS 8 anche sull’architettura a 64-bit, però un update potrebbe arrivare già nel mese d’ottobre (o al più tardi in novembre). La variante della società sudcoreana seguirà subito dopo, dovendo apportare delle modifiche al Material Design originale per adattarlo ai propri dispositivi.

La fretta è giustificata, su tutti, da un fattore: Galaxy Note 4 è stato presentato a IFA 2014 con KitKat che rappresenta – almeno, sulla carta – la versione precedente del sistema operativo e le vendite partiranno ufficialmente quando Android L sarà disponibile su Nexus 5 e Nexus 7 in edizione 2013. Il rischio è che i consumatori lo considerino superato, in attesa dell’uscita di Galaxy S6 sul quale emergono le prime indiscrezioni. Dubbi sulla longevità di Note 4 e della variante Edge sono emersi a causa del processore a 32-bit.

Oggi il problema dell’architettura è piuttosto relativo, nella competizione con iPhone 6 Plus, perché i dispositivi a 64-bit con Android sono ancora pochi e il miglioramento delle performance è tutto da dimostrare. Eppure, guardando al futuro è – insieme alla progressiva obsolescenza del sistema operativo – un elemento da tenere in considerazione. Samsung deve assolutamente limitare i danni, proponendo al più presto un aggiornamento che possa mantenere a lungo il Galaxy Note 4 annunciato a Berlino nella fascia alta del mercato.

Photo Credit: Kārlis Dambrāns via Photopin (CC)