Salesforce1 è il nuovo Customer Relationship Manager (CRM) di Salesforce, ma definirlo tale sarebbe davvero riduttivo: è una piattaforma che permette alle imprese un monitoraggio completo delle attività dei clienti, come quelle dei dipendenti, e di gestire ogni aspetto della produttività aziendale da iOS oppure Android. Non importa quale sia il settore del proprio business – dall’alta moda ai videogiochi – perché la app aggrega i servizi dai social network al cloud storage, dando una panoramica su tutti gli ultimi aggiornamenti.

È difficile spiegare esaurientemente cosa sia Salesforce1 perché le funzionalità della piattaforma sono numerose — forse, addirittura troppo. Include delle caratteristiche paragonabili ai Secure Work Space di BlackBerry per inviare le applicazioni agli impiegati, ma permette anche di controllare l’andamento delle campagne pubblicitarie o ricevere dei dati dalla cosiddetta «internet delle cose». Se c’è qualcosa che non mi convince è proprio nel numero delle feature implementate, che rischia di rendere l’applicazione confusionaria.

Fortunatamente, Salesforce1 ha una struttura modulare che consente un’estrema personalizzazione della piattaforma: le imprese non sono costrette a utilizzare tutte le funzioni previste. Quelle più utili riguardano il marketing, perché l’azienda è leader nel monitoraggio delle vendite e più in generale del tracking delle attività dei consumatori. Oggi, a San Francisco, inizia il Dreamforce 2013 che è una conferenza annuale di Salesforce e la app sarà al centro dell’attenzione nei tre giorni sulle nuove soluzioni per il business.