La domanda è semplice ma di difficile risoluzione, rubare codice sorgente dalla propria azienda è reato?
La risposta arriva direttamente dagli Stati Uniti ed è NO (o almeno non sempre).

La corte d’appello ha assolto l’imputato Sergey Aleynikov, un ex dipendente di Goldmand Sachs, che sottrasse dai server dell’azienda parte di un programma sviluppato e utilizzato solo internamente dall’azienda.

Ma come ha fatto Sergey Aleynikova salvarsi dalla “galera”?

Secondo la corte d’appello il codice sorgente del sistema high requency trading (HFS) sviluppato e usato internamente da Goldman Sachs è stato trasferito utilizzando la rete senza l’utilizzo di sistemi esterni (chiavi usb o cd) questo stratagemma ha salvato l’ex dipendente dalla denuncia.

Certamente la corte d’Appello non ceca di legalizzare il furto di codice ai danni del datore di lavoro, ma mette le aziende in maggior difficoltà nella gestione degli accessi e delle autorizzazioni.