Prende il via a Roma un nuovo sport per gli amanti della velocità e del volo: si chiama “FPV Drone Racing” e vede piccoli e potentissimi droni gareggiare tra ostacoli e percorsi mozzafiato.

Domenica 15 maggio tutti gli appassionati italiani si riuniranno per la prima volta a Roma per la “FPV Drone Racing Convention”. Questo evento si svolgerà nell’ambito di “Roma Drone Expo&Show 2016”, il Salone aeronautico nazionale sui droni, ospitato sull’Aeroporto di Roma Urbe. Sarà sponsorizzato da Italdron Racing Team e Woop Motion Store.

Durante l’incontro, l’Aero Club d’Italia presenterà il Regolamento adottato dalla Fédération Aéronautique Internationale (FAI) per le gare ufficiali di “FPV Drone Racing”, che presto potranno dunque partire anche nel nostro Paese. Vi interverranno i maggiori esperti italiani, gli organizzatori delle future competizioni, le aziende costruttrici dei mini-droni, piloti e associazioni. Tra l’altro, Italdron presenterà ufficialmente il suo team di gara e due nuovi velivoli da corsa: il “Kimera”, realizzato dall’azienda ravennate, e il “Vortex”, prodotto dalla ImmersionRC. Durante la Convention, saranno anche effettuati voli dimostrativi.

Nelle gare in FPV (First Person View, visione in prima persona), i mini-droni sono dotati di un particolare sistema di guida, grazie al quale i piloti possono vedere in diretta, su un monitor o con degli speciali video-occhiali, tutto ciò che vede il drone durante volo, proprio come se fossero a bordo. Grande risonanza mondiale ha avuto la gara “World Drone Prix”, svoltasi a Dubai a metà marzo, vinta dal 15enne britannico Luke Bannister, che si è aggiudicato un premio di ben 250mila dollari. A questa gara ha anche partecipato, unico italiano, il torinese Giuseppe Rinaldi. “Le gare con mini-droni in FPV stanno suscitando grande interesse e si candidano ad affiancare sport motoristici molto più famosi, come la Formula 1 e la MotoGP”, spiega Luciano Castro, presidente di Roma Drone. “Per questo motivo, insieme all’Aero Club d’Italia, abbiamo voluto convocare questa prima Convention di tutti coloro che sono interessati a questa nuova disciplina sportiva aeronautica, in vista delle prime gare che nei prossimi mesi si potranno svolgere anche in Italia”.

Esattamente tra dieci giorni aprirà i battenti sull’Aeroporto di Roma Urbe la terza edizione della più grande manifestazione italiana sui droni. E’ attesa la presenza di decine di espositori, con un gran numero di velivoli radiocomandati piccoli e grandi per usi professionali e sportivi. In programma anche conferenze e meeting con i maggiori esperti, oltre ad esibizioni in volo di droni ad ala fissa e rotante. Il salone è organizzato dall’associazione Ifimedia e dalla società Mediarkè in collaborazione con l’Aero Club di Roma. Sponsor ufficiale è Italdron. La giornata di venerdì 13 maggio sarà riservata ai professionisti interessati all’utilizzo dei droni, ai manager delle imprese, agli operatori, alle autorità e alla stampa. Sabato 14 e domenica 15 maggio, invece, l’ingresso sarà aperto anche al pubblico e agli appassionati. Costo del biglietto 10 euro, in prevendita su www.liveticket.it. News e aggiornamenti su www.expo.romadrone.it