Sta per arriva il robot guidato dal pensiero che potrebbe facilitare la vita a migliaia di persone paralizzate e costrette sulla sedia a rotelle.

La nuova sperimentazione è stata condotto dalla Brown University negli Stati Uniti ha dato degli ottimi risultati già nella sua fase iniziale, questo sistema consiste di un piccolo sensore impiantato nella corteccia del cervello, il chip è costituito da centinaio di minuscoli elettrodi in grado di registrare gli impulsi cerebrali e convertirli in azioni motorie.

Il sistema è stato testato su due persone costrette sulla sedia a rotelle a causa di un ictus, il risultato è stato sorprendente entrambi sono riusciti a bere da soli e muovere oggetti grazie ad un braccio robotico comandato dal pensiero.

Leigh Hochberg, professore di Ingegneria alla Brown University e neurologo presso il Massachusetts General Hospital ha dichiarato che anche se il test è stato ottimo siamo ancora lontani da una versione definitiva del sistema, ma l’entusiasmo è stato grande e gli scienziati sono pronti ad andare avanti.