Oggi, 15 giugno 2017, è una data storica per l’Europa perché entra in vigore il roaming zero. A partire da oggi tutti i cittadini europei potranno spostarsi all’interno dei paesi membri continuando a comunicare ed a navigare su Internet con il loro smartphone alle stesse condizioni tariffarie nazionali. Gli odiosi costi extra del roaming internazionale sono, infatti, stati aboliti e le persone non dovranno più pagare alcun extra.

L’Europa, dunque, diventa più unita e i cittadini potranno comunicare liberamente all’interno di tutti i paesi.

Roaming zero come funziona

Le persone non dovranno fare quasi nulla per poter sfruttare i vantaggi del roaming zero. Le modifiche di rete sono tutte a carico degli operatori. Dunque, a partire da oggi andando fuori dai confini nazionali le tariffe applicate saranno automaticamente quelle nazionali e non più quelle internazionali.

Gli utenti dovranno espletare un unico passaggio e riguarda l’abilitazione del roaming dati sul loro smartphone. Per ragione di costi, infatti, l’accesso al roaming dati è disabilitato ma adesso, vista l’abolizione dei costi extra, tale vincolo non ha più senso di esistere. Dunque, tutto quello che sarà necessario fare è entrare nelle Impostazioni di rete del proprio dispositivo mobile ed abilitare la possibilità di utilizzare il roaming dati.

Si ricorda, infine, che il roaming zero prevede clausole di salvaguardia. In caso di grave abuso, gli operatori potranno fare pagare alcuni extra.