Chi ha un profilo su Facebook sa che qualche volta gli hacker creano i cosiddetti profili fake, account fasulli, per sniffare i dati personali degli altri utenti.

Un nuovo gruppo di hacker è andato oltre.Si chiama Team Swastika e si qualifica come un neonato gruppo di hacker che ha sferrato l’attacco più colossale degli ultimi anni al social network più blindato e frequentato del mondo.

A riportare la notizia è Trend Micro attraverso una nota informativa.

Su Pastebin, secondo un ricercatore di Trend Micro, sono stati pubblicati username  e password di circa 10.000 utenti di Facebook distribuiti in ogni angolo del mondo.

Gli utenti del social network sono perplessi dall’eventualità e si cerca di capire come sia stato possibile per il Team Swastika avere accesso a tante informazioni. Soprattutto in considerazione del fatto che potrebbero usarle per altre attività poco lecite nel web.

Da Facebook però arriva una risposta che tranquillizza gli animi: username e password pubblicati su Pastebin non appartengono certo ad utenti attivi del social network. In più Facebook ha comunque a disposizione i nominativi per eventuali controlli.

Dopodiché si specifica che se gli account degli utenti “inattivi” sono usati per accedere ad altri servizi, la responsabilità della violazione non ricade più di Facebook.