Vi avevamo già parlato del blackout della rete internet nazionale di Wind Infostrada, iniziato attorno alle 10:30 circa di stamattina (qui la notizia, con i commenti degli utenti su Twitter), e ora vi comunichiamo che da alcuni minuti il servizio ha ripreso a funzionare. Proprio per questo la sottoscritta (che abita nel Lazio) riesce a raccontarvi le sue ore “di panico” in assenza completa di internet, sia sulla rete adsl Wind Infostrada di casa sia sulla rete 3G Wind del cellulare.

Per chi è “drogato” di internet o comunque vi lavora e per i più svariati motivi non può farne a meno, stamattina si è verificata l’ipotesi peggiore, l’incubo che non vorrebbe mai vivere: niente linea! Zero! Blackout totale su tutti i fronti. Niente email, niente web, niente Skype, niente Whatsapp, niente iMessage su iPhone, niente Facebook, niente Twitter… nessun canale immediato per reperire informazioni su ciò che sta accadendo (se non rivolgendosi ad amici e parenti). Completamente tagliati dal mondo, sia su pc, sia su tablet, sia su cellulare.

E quando provi a contattare il numero telefonico dell’assistenza clienti, nella speranza che possano rassicurarti sui tempi veloci del ripristino del servizio, ti senti rispondere freddamente da una voce registrata che ti dice: “Siamo spiacenti ma al momento non possiamo accettare altre chiamate“. Ok, centralino in tilt, non sei l’unico che è in preda ad una crisi di panico. Ma ti senti impotente perché nessuno ti dice niente e non solo sei tagliato fuori da tutto ma sei anche all’oscuro di quello che sta accadendo. Nei primi momenti del blackout è stato impossibile anche ricevere informazioni dal sito della Wind, in quanto anch’esso risultava irraggiungibile.

Quando poi, verso le 15, vedi la spia verde del modem che riprende a lampeggiare, ti brillano gli occhi e ti viene quasi da piangere: quella spia verde è come una linfa vitale che torna a scorrerti nelle vene, sei di nuovo connesso con il mondo. Provi ad utilizzare internet sul cellulare e vedi il browser che carica la pagina e provi un sussulto benefico in fondo al cuore. Iniziano ad arrivarti i tremila messaggi giunti nel frattempo su Whatsapp, su Skype, su Facebook

Il servizio email di Libero non è ripartito subito, ci ha impiegato qualche minuto di più e al momento non sono state consegnate le email giunte nel periodo di blackout (con la speranza che non siano andate perse).

photo credit: greg westfall. via photopin cc