Non è per esterofilia, anzi! Ma se un’azienda italiana valida trova sostegno e investimenti all’estero, è giusto che prenda il volo. Raccontiamo oggi la storia di Redmatica che è stata notata e poi acquisita niente meno che dalla Apple. Come sono andate le cose?

Redmatica è un’azienda emiliana, di Correggio per l’esattezza, in provincia di Reggio Emilia ed è dedicata alla produzione di software per l’elaborazione e la registrazione di file audio. La Apple ha visto in alcuni rami di questa azienda un’ottima opportunità d’integrazione.

La Apple, come suo solito, non ha diffuso comunicazioni ufficiali a riguardo, ma l’accordo è noto in virtù delle notizie pubblicate sul bollettino dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato, l’organo che deve scoprire se quanto definito dalle due aziende, è in linea con la giurisprudenza di riferimento.

Redmatica è stata acquisita da Apple il 17 aprile. La gestione della società italiana è di Andrea Gozzi, che ne è socio unico ed anche amministratore. La sua avventura è iniziata nel 2004 e d’allora ha portato sul mercato KeyMap Pro, AutoSampler, GBS Sampler Manager e tanti altri prodotti.

L’acquisizione da parte di Apple non dovrebbe cambiare molto i connotati della società di Correggio che comunque ha un fatturato che non supera i 100 mila euro.