L’archiviazione digitale dei documenti è un business in crescita perché i documenti scambiati per lavoro o per svago sono quasi sempre in formato digitale.

Capita però che si perdano e non perché si brucia il computer, ma perché abbiamo eliminato il file e svuotato il cestino.

Ecco nel caso in cui un incendio o un’altra calamità colpisca il vostro PC non c’è niente da fare: tutti i documenti presenti sulla macchina sono persi visto che è stato compromesso proprio tutto il supporto. Ma se il file è stato perso per un “elimina di troppo”, allora qualcosa si può fare.

Facciamo un esempio banale. Avete scaricato tanti documenti, file, documenti o anche MP3 che vi servono per lavoro. Nel controllare i download vi siete accorti che qualche file è duplicato e quindi avete deciso di mettere ordine e fare pulizia dei doppioni. Inavvertitamente avete cancellato qualche file di troppo e poi per eccesso di zelo svuotato anche il cestino.

Se prima ogni cosa era perduta, adesso ci sono diversi software che vi consento il recupero dei file “potenzialmente” eliminati da PC, portatili o anche memorie USB. Uno di questi è Recuva, forse anche uno dei più completi.

È gratuito e quindi basta collegarsi al sito del produttore – www.recuva.com – per scaricare l’ultima versione del prodotto. Una volta installato dovete soltanto specificare che tipo di documento cercate, video, musica, immagini, altri documenti e dov’era il posizionamento originale.

Avviate la scansione e al termine dell’operazione avrete una lista di risultati.